Sei qui: Home Catasto

Catasto

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da admin    Martedì 05 Giugno 2012 08:44

Una fondamentale azione che sta promuovendo la Comunità Montana riguarda la correzione dei dati catastali che ad oggi risulta il maggior ostacolo ad una corretta e tempestiva comunicazione diretta dell’importo da pagare relativamente all’IMU. Per tale ragione è in fase di avvio tramite apposita convenzione con l’Agenzia del Territorio la collaborazioni al fine si sanare direttamente all’origine gli errori catastali in genere senza alcun onere per il cittadino proprietario.

A tale scopo si evidenzia che è possibile per ogni possessore di immobili o suo delegato/interessato accedere gratuitamente al servizio online del catasto, appositamente predisposto per la correzione dei dati catastali. Tale servizio attivo 24 ore si 24 è denominato Contact Center, finalizzato alla correzione degli errori presenti nelle banche dati catastali.

Molti cittadini lo hanno già utilizzato costatando che è efficiente (in pochi giorni ottieni comunicazione via e-mail dell’avvenuta correzione con relativa visura comprovante l’attività di correzione eseguita) il servizio è completamente gratuito. Al fine di migliorare l’organizzazione della pubblica amministrazione la Comunità Montana sta eseguendo azioni di verifica al fine di avviare le correzioni prioritariamente per le seguenti criticità:

  • Errori e/o mancati aggiornamenti relativi al soggetto a cui è intestato l'immobile ed alla relativa quota di possesso
  • discordanze tra indirizzi attribuiti dal comune e indirizzi catastali;

In via prioritaria stiamo correggendo tali anomalie, ma il lavoro e cospicuo e non sempre si riesce ad individuare i casi specifici, pertanto chiediamo ai singoli proprietari una collaborazione nel far emergere tali discrepanze che ci possono essere trasmesse direttamente al centro tecnico della Comunità Montana Tel 0438947387 fax 0438552332 email : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

O in alternativa correggere direttamente comunicando con l’Agenzia del Territorio tramite il suddetto Contact Center Contact Center. Gli errori sanabili tramite tale servizio sono di seguito elencati con breve descrizione sulle procedure da applicare.

Errore sulla persona a cui è intestato l'immobile

L'errore può riguardare: cognome e nome (per le aziende "denominazione"), codice fiscale, luogo e data di nascita (per le aziende "sede legale"), diritti e quota di possesso. Per presentare la richiesta occorre disporre di

  • identificativo catastale dell'immobile (foglio, particella, subalterno)
  • estremi di uno dei seguenti documenti: atto notarile di acquisto (o altro atto pubblico), dichiarazione di successione, domanda di voltura catastale, denuncia al catasto di nuova costruzione o variazione. Questi dati sono contenuti sulla visura catastale e sui documenti citati (atto notarile, successione, ecc.) .

Errore sui dati dell’immobile

L'errore può riguardare indirizzo, ubicazione (n° civico, piano, interno, ecc.) o evidenti inesattezze nella consistenza (numero vani o metri quadri). Per presentare la richiesta occorre disporre di

  • identificativo catastale dell'immobile (foglio, particella, subalterno)
  • estremi di uno dei seguenti documenti: atto notarile di acquisto, dichiarazione di successione, denuncia al catasto di nuova costruzione o di variazione o altro documento comprovante l'avvenuta variazione, per la correzione dell’indirizzo basta precisare che l’attribuzione di tale numerazione/via è stata assegnata dagli uffici demografici del comune di competenza.

Segnalazione di incoerenza per fabbricato non dichiarato

L'Agenzia del Territorio ha il compito di individuare fabbricati non dichiarati in Catasto, richiedendo ai titolari di regolarizzarne la situazione. A tal fine l'Agenzia ha pubblicato gli elenchi dei Comuni e delle particelle di terreno nei quali è stata accertata la presenza di fabbricati o di ampliamenti di costruzioni che non risultano dichiarati in catasto (per saperne di più Fabbricati non dichiarati).

L'identificazione dei fabbricati è avvenuta mediante un'attività di foto-identificazione da immagini territoriali, condotta in collaborazione con l'Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA), e successivi processi "automatici" di incrocio con le banche-dati catastali. Trattandosi di elaborazioni massive, è possibile che negli elenchi si riscontrino incoerenze quale l’indicazione, in qualche caso, di immobili già censiti in catasto.

Vi sono situazioni particolari (Fabbricati non dichiarati) in cui i titolari non sono tenuti ad alcun adempimento.

Con il servizio Contact Center è possibile segnalare tali situazioni, così da risolvere il problema senza ulteriori passaggi.

Nota bene: queste segnalazioni possono riguardare solo immobili presenti negli elenchi pubblicati sul sito internet dell'Agenzia.

Segnalazione di incoerenza per fabbricato ex rurale

L'Agenzia del Territorio ha il compito di individuare i fabbricati iscritti al catasto terreni per i quali siano venuti meno i requisiti di ruralità, richiedendo ai titolari di regolarizzarne la situazione. A tal fine l'Agenzia ha pubblicato gli elenchi dei Comuni e delle particelle di terreno nei quali è stata accertata la presenza di immobili per i quali tali requisiti siano venuti meno (per saperne di più Fabbricati ex rurali).

L'identificazione dei fabbricati è avvenuta attraverso l'incrocio dei soggetti intestatari in catasto con le basi dati relative alla iscrizione al Registro delle imprese, escludendo automaticamente gli immobili a presunto uso non abitativo.

Vi sono situazioni particolari (Fabbricati ex rurali) in cui i titolari non sono tenuti ad alcun adempimento.

Con il servizio Contact Center è possibile segnalare tali incoerenze, così da risolvere il problema senza ulteriori passaggi.

Nota bene: queste segnalazioni possono riguardare solo immobili presenti negli elenchi pubblicati sul sito internet dell'Agenzia.

Altri tipi di richieste

È inoltre possibile richiedere altri servizi, quali la registrazione di atti pregressi non meccanizzati o la correzione di varie tipologie di errori, in genere sorti in fase di informatizzazione delle banche dati. Si tratta di casi particolari, la cui individuazione richiede una approfondita conoscenza della materia catastale e buone capacità di diagnosi delle cause delle incongruenze. Pertanto, questo tipo di richieste è rivolto per lo più a tecnici professionisti. Queste le richieste consentite

  • registrazione atto catasto fabbricati
  • assegnazione identificativo definitivo
  • informatizzazione planimetria
  • registrazione atto catasto terreni
  • registrazione variazione colturale
  • rettifica duplicati di particella
  • passaggio particella terreni a ente urbano
  • segnalazione errori monografie dei punti fiduciali
  • correzione identificativo (da impianto meccanografico)
  • assegnazione rendita catastale.

Per presentare la richiesta occorre inserire le informazioni richieste, differenti per ogni tipologia di richiesta.

Casi non trattati dal servizio

Il Contact Center è finalizzato esclusivamente alla correzione degli errori presenti nelle banche dati catastali. Il Contact Center non tratta

  • reclami per disservizi da parte degli Uffici
  • solleciti per la trattazione di atti presentati e non ancora evasi
  • istanze di revisione della rendita catastale
  • richieste di assistenza nell'utilizzo delle procedure informatiche
  • richieste di informazione sullo stato di avanzamento delle pratiche (salvo quelle pervenute allo stesso Contact Center)
  • richieste di informazione generiche su procedimenti, indirizzi, ecc.

In questi casi l'utente può rivolgersi agli Uffici Provinciali dell'Agenzia competenti per territorio.

 
Validazione A  Validato XHTML 1.0 Strict Validato CSS 2.1